La cultura
del lavoro,
la storia
di una valle

“Dal lato estetico la valle presenta scene pittoresche dì magico effetto...
Veggonsi poggi e clivi ridenti, paeselli vagamente disposti, boschi resinosi, boschi a larghe foglie, alternati coi prati, macchie dì noci secolari ed eccelse, pascoli alpini inghirlandati di rododendri, cascatelle vaghe per aderenze dì rocce e di verzure.
E per contrario, spaventevoli burroni, nude ed aspre giogaie dell’Alpi, precipitosì scoscendimenti, grottaglie asili di orsi, abissi impenetrabili nel cui fondo rumoreggia il torrente.
Mirabili avvicendamentì della natura, magnificenze per l’arte e pegli artisti!”

“Dal lato estetico la valle presenta scene pittoresche dì magico effetto. Veggonsi poggi e clivi ridenti, paeselli vagamente disposti, boschi resinosi, boschi a larghe foglie, alternati coi prati, macchie dì noci secolari ed eccelse, pascoli alpini inghirlandati di rododendri, cascatelle vaghe per aderenze dì rocce e di verzure.
E per contrario, spaventevoli burroni, nude ed aspre giogaie dell’Alpi, precipitosì scoscendimenti, grottaglie asili di orsi, abissi impenetrabili nel cui fondo rumoreggia il torrente. Mirabili avvicendamentì della natura, magnificenze per l’arte e pegli artisti!”

La cultura
del lavoro,
la storia
di una valle
La cultura
del lavoro,
la storia
di una valle
La cultura
del lavoro,
la storia
di una valle

_ ECOMUSEO

PATRIMONIO
DELLA COMUNITÁ

Ecomuseo “I Mistîrs” nasce con l’obiettivo di recuperare, valorizzare e tramandare l’importante memoria storico-culturale della valle d’Incaroio… 

_ MISTIRS

Il viaggio nella cultura di Paularo tra vecchi mestieri e antiche tradizioni

Un appuntamento irrinunciabile per quanti desiderano immergersi per una giornata nella vita di un tempo…

Ravinis
Scalpelin
Menaus
Il Stâli e il Cjôt
Mulinar
La Femenàte
Mozartina
Mans D'aur
Purcitar
Ravinis
Mulinar
Il Stâli e il Cjôt
Mans D'aur
Purcitar
Menaus
Mozartina
Scalpelin
La Femenàte

_ EVENTI

05 gennaio 2020
LA FEMENATE

Uno degli spettacoli più suggestivi legati alle tradizioni più antiche, addirittura alle ritualità celtiche legate al fuoco ed alla sua azione vivificatrice e purificatrice, è quello che puntualmente illumina le fredde serate del 5 gennaio. Fa parte di tutta quella serie di riti epifanici che tra il 5 e 6 gennaio si svolgono dai monti alla pianura in tutto il Friuli, sia pure diversificati per scenari e contorni.